sabato 6 ottobre 2012

Concorso "La matematica nel Medioevo IV edizione": abbiamo vinto il "Premio Bruno Rizzi 2012"!!!

Un anno fantastico, carico di soddisfazioni e stimoli professionali lentamente sta scivolando via. Spero che il prossimo, ormai alle porte, non sia da meno, ma sarà davvero arduo "fare il bis", anche soltanto in maniera simbolica, perché per l'ennesima volta gli sforzi profusi con le classi che avevo l'anno scorso alla scuola media dell'Istituto Comprensivo di Meldola sono stati ripagati con una grande soddisfazione: siamo vincitori del terzo ed ultimo concorso didattico a cui ho fatto partecipare una classe nell'a.s. 2011-2012. 
In particolare, parlo del concorso "La matematica nel Medioevo", organizzato dalla prestigiosa Mathesis e giunto già alla IV edizione, questa volta incentrata sul tema: "la matematica come incontro di culture: mondo arabo e mondo cristiano". 
Per non scontentare nessuna delle 3 classi in cui ho insegnato l'anno scorso, ho voluto svolgere con ciascuna un'attività progettuale diversa: con la II D la narrazione multimediale "Dantematica: la matematica nella Divina Commedia", premiata con il "Premio Menzione Speciale Scuola dell'Ingegneria dell'Informazione" del Politecnico di Milano per originalità ed efficacia comunicativa di una narrazione multimediale a tematica scientifica; con la III D la sperimentazione dell'allestimento di un ambiente di apprendimento virtuale mediante la piattaforma di microblogging Edmodo, che mi ha donato enorme gratificazione con la vincita del titolo "Docente dell'anno 2012"; infine, con gli alunni della III A, ho deciso di sperimentare un percorso interdisciplinare tra matematica e storia che avesse come tema centrale proprio il confronto tra cultura matematica araba e cristiana del concorso "La Matematica nel Medioevo". 
Confesso che ho riflettuto a lungo, prima di farmi venire un'idea di lavoro che potessi ritenere gradevole, curiosa e magari diversa dalla ricerca su Internet classica; del resto la tematica era piuttosto vincolante, per cui sia io che i miei alunni non potevamo discostarci molto da un'impostazione che facesse emergere un confronto diretto tra le 2 realtà matematiche dell'epoca, ed era vincolante anche la modalità con cui avremmo dovuto svolgere il lavoro, perché non era contemplata la possibilità di realizzare video o altri prodotti multimediali diversi da un documento di testo. 
La cosa veramente curiosa è che la classica lampadina si è accesa guardando una puntata de "Le Iene", mentre mandavano in onda un'intervista doppia. Mi sono chiesto: perché non strutturare un'intervista doppia tra 2 dei più grandi protagonisti matematici che hanno stabilito una sorta di ponte tra cultura matematica araba e cristiana, al-Khwarizmi e Fibonacci? Il giorno seguente ho lanciato la proposta d'idea agli alunni della III A e ciò che più mi ha convinto a procedere senza esitazione è stato il sorriso di sorpresa e curiosità generale che ho visto comparire sui loro volti. Abbiamo così cominciato a scoprire un po' dell'attività di queste 2 grandi figure del passato, nonché ad approfondire alcuni aspetti storici dell'algebra, dell'aritmetica e della geometria facendo ricerche con Google e guardando video su Youtube. Ho poi affidato ad ogni singolo alunno l'incarico di inventare a casa un'intervista doppia di almeno 15 domande, di qualsiasi genere, dal più personale a quello più professionale, da rivolgere sia a Fibonacci che ad al-Khwarizmi. In una fase successiva abbiamo lavorato in classe mediante l'organizzazione in gruppi, nei quali gli studenti avevano il compito di confrontare tra loro le interviste, eliminando le domande "doppione" ed unificare le risposte con analogia di significato, e di reperire o eventualmente realizzare qualche immagine alla LIM. Io, infine, ho coordinato il tutto unendo i lavori in un unico file doc e consegnato. La scadenza era fissata per il 30 aprile 2012, ma dopo essere stati sulle spine tanto tempo, alcuni giorni fa ho ricevuto l'esito della giuria: abbiamo vinto, aggiudicandoci così il prestigioso "Premio Bruno Rizzi 2012"! Non potevo crederci, quando l'ho letto, perché è stata un'altra grande soddisfazione sia per me che per i miei ex alunni. Se volete vedere il lavoro che abbiamo svolto, lo trovate qui sotto; l'ho caricato come di consueto sul mio profilo Slideshare. Esso, inoltre, sarà pubblicato anche sul numero 11 di dicembre 2012 della rivista online "Euclide - Giornale di matematica per i Giovani" e... non vedo l'ora di leggerlo anche qui! ^__^


Purtroppo l'esito è giunto dopo la fine dell'anno scolastico, e non solo da quest'anno non sto più nella stessa scuola, ma la classe III A non esiste neanche più, visto che ormai gli alunni frequentano le superiori :-( ; ciò significa che alla cerimonia di premiazione del 20 ottobre, che si terrà a conclusione del Congresso Nazionale Mathesis 2012 a Rovigo (18 - 20 ottobre), dovrò andarci da solo, ma non smetterò mai di portare nel mio cuore tutti gli alunni della III A, con cui ho trascorso un anno scolastico sereno e denso di iniziative, gratificazioni ed anche momenti di sincero divertimento: Agostini Lucia, Bentivogli Giulia, Berti Silvia, Capacci Jois, Comandini Andrea, Di Cicco Noemi, Dolcini Cristian, Fabbri Chiara, Gjoka Jozefina, Grasso Federica, Hathout Abderrahim, Marconi Silvia, Neri Alessia, Pace Fabio, Paolini Riccardo, Pazzi Viola, Poliziani Andrea, Portolani Axel, Salsano Kevin, Sansovini Cecilia, Stefani Andrea, Ulivi Sabrina, Valbonesi Michele.
GRAZIE!
Il prof

3 commenti:

  1. ottimo!!! sempre di più vivissimi complimenti ...

    RispondiElimina
  2. Complimenti! Bellissima intervista, ne parlerò a scuola ai colleghi di matematica!

    RispondiElimina
  3. Complimenti per il tuo lavoro e le tue idee e naturalmente per la tua bravura!


    RispondiElimina

Lascia un commento su questo post: