giovedì 17 maggio 2012

Concorso Policultura 2012: "Dantematica" arriva in finale e vince il premio "Menzione Speciale Scuola dell'Ingegneria dell'Informazione"

Quest'anno, lo ammetto, la mia attività di blogger non è stata particolarmente incisiva. Credo che, da settembre 2010 - mese in cui Natura Matematica è stato partorito da codesta mente - il periodo 21 marzo-7 maggio abbia infranto ogni record di ininterrotta inattività sul blog da parte mia. So già che qualcuno può averlo pensato, ma abbandoni l'idea: non sono stato né colpito da un blocco creativo, né sopraffatto dalla noia o mancanza di entusiasmo ;-). Tutto ciò che riguarda la didattica e la comunicazione è il fulcro della mia esistenza, perciò credo che starò in giro per questi (ed altri) lidi ancora per un bel po' di decenni.
Se è vero che il blog mi ha visto latitante, lo stesso non si può dire per la mia attività lavorativa, che per quest'anno definirei, in un solo aggettivo, circense. Un po' per imposizioni dall'alto (sebbene gradite), un po' per il desiderio di responsabilizzarmi di più, un po' per l'entusiasmo che a 30 anni, in un Paese le cui prospettive ogni giorno terrorizzano sempre più, ti spinge a voler superare te stesso, quest'anno nella scuola ho fatto veramente di tutto, se non di più; magari qualcosa o più di qualcosa mi sarà sfuggito, ma è stato un anno davvero bello, impegnativo e di grande valenza formativa per la mia crescita.
Tra le varie cose fatte, non posso far passare in sordina l'adesione al concorso Policultura 2012 con la mia classe II D, perché ci siamo avventurati nella strutturazione di una narrazione multimediale avente per oggetto la matematica nella Divina Commedia, e l'ho chiamata "Dantematica: la matematica nella Divina Commedia". Abbiamo voluto analizzare e raccontare in maniera interdisciplinare gli aspetti connessi al contesto matematico in cui viveva Dante, partendo dalle scuole frequentate, passando attraverso la famosa simbologia numerica della sua opera magna e finendo con l'analisi semplice di alcune terzine contenenti espliciti riferimenti matematici, e il risultato è stato davvero bello! E quando abbiamo appreso di essere annoverati tra i finalisti, fra cui verrà scelta la narrazione vincitrice il 6 giugno, quasi non potevamo crederci! ^__^ Non è la prima volta che parlo di quest'argomento su Natura Matematica, e chi mi legge abitualmente lo sa. In ogni caso, giusto per rinfrescare un po' la memoria, potete leggere alcuni post a questo link, oppure a quest'altro link o ancora questo.

Policultura è una bellissima iniziativa concorsuale del Politecnico di Milano. L'idea di fondo che la anima consiste nel dare la possibilità alle scuole aderenti di costruire una narrazione multimediale, cioè il racconto di una storia, una vicenda, una gita, un argomento curricolare o extracurricolare, purché il prodotto finale contenga del testo e delle immagini che scorrono in sequenza a mano a mano che una o più voci narrano.  Al di là delle caratteristiche tecniche in sé, realizzare una narrazione multimediale è un'esperienza magnifica, di grande impegno ma sicuramente produttiva, se condotta in modo tale da valorizzare i talenti diversi degli alunni di una classe, soprattutto di quelli che generalmente s'impegnano di meno a casa ma se ben motivati e coinvolti potrebbero offrire un mondo di risorse inesplorato e forse mai neanche sospettato.
Il logo di Policultura
L'iniziativa dà la possibilità alle scuole di gareggiare tra loro con concorrenti dello stesso segmento scolastico e provenienti da diverse parti d'Italia, a patto che la narrazione venga terminata entro una data di scadenza ben precisa. Le narrazioni che non riescono a completare il lavoro entro i termini prestabiliti, invece, possono comunque finirlo entro una data successiva, diventando così comunque una risorsa pubblica e di grande importanza didattica, ma senza avere la possibilità di gareggiare per il concorso.
Io ed i miei alunni ci siamo divertiti davvero tanto nel realizzare la narrazione. E' stato un lavoro impegnativo, molto più di quanto potessi immaginare, ma confesso che è stato davvero molto emozionante, per me, vedere l'entusiasmo e la curiosità dipinti sul volto dei miei studenti nel trattare in seconda media una tematica di così grande spessore, al punto da aver sviluppato una smania di perfezionismo nel rifinire l'opera che quasi ci impediva di consegnare il lavoro entro i termini previsti. E' importante, secondo me, ritagliarsi momenti di didattica che possano anche essere dedicati ad attività interdisciplinari, che vadano oltre la lezione ordinaria, seppur ben fatta. Bisogna ridurre la settorializzazione dei saperi verso cui la società odierna sembra volerci spingere sempre più, perché interlacciare diversi concetti, volti, luoghi ed eventi, aiuta a dare un senso maggiore alle cose studiate, soprattutto per materie come matematica, o forse a calarle in una dimensione leggermente più... "umana".
Se siete curiosi di vedere la nostra narrazione, andate a questo link e troverete anche un abstract e un'introduzione in cui ho esposto in dettaglio lo svolgimento dell'attività. Per vedere l'intera narrazione, divisa in 4 argomenti principali, ciascuno a sua volta diviso in un vario numero di sottoargomenti, dovete cliccare su "Narrazione lunga". Se avete problemi con la qualità dell'audio, potete visualizzare come testo scritto cliccando su "Mostra testo" le parole dette da me e dai miei straordinari alunni :-).
Se poi volete votare per noi e dare un contributo simbolico per la vittoria al nostro lavoro, seguite queste operazioni:
1) andate al link per la votazione da parte della giuria popolare;
2) andate al punto 5, Policultura Junior - Completa;
3) date il segno di spunta cliccando sul circoletto accanto a Dantematica: la matematica nella Divina Commedia - 2D - Istituto Comprensivo Di Meldola - Meldola (FC - Emilia Romagna;
4) cliccate su Fine.
Vi sarò davvero grato se lo farete!
Il più grande ringraziamento va ai miei cari ragazzi.
Sono davvero fiero di voi.
Grazie.

PS: non abbiamo vinto il premio della giuria popolare, ma il "Premio Menzione Speciale Scuola dell'Ingegneria dell'Informazione". Per maggiori info, leggete sotto.

Aggiornamenti successivi al post: 

- La nostra narrazione multimediale "Dantematica: la matematica nella Divina Commedia" è stata annoverata dallo staff di Policultura tra le narrazioni che rappresentano un buon esempio d'ispirazione per le classi che vorranno partecipare alle successive edizioni del concorso. E' sicuramente motivo di grande soddisfazione per me ed i miei (ahimé ex) alunni della scuola media "Dante Alighieri"  dell'I. C. di Meldola: http://www.policultura.it/narrazioni%20multimediali.html

- Il 6 giugno 2012, nel corso della giornata di premiazione "Policultura Day", "Dantematica: la matematica nella Divina Commedia" è stata insignita del Premio Menzione Speciale Scuola dell'Ingegneria dell'Informazione da parte della giuria Policultura del Politecnico di Milano, con il seguente lusinghiero giudizio:
"Narrazione molto originale e davvero multidisciplinare, che legge la divina commedia in chiave matematico-scientifica più che letteraria, attraverso delle interviste impossibili con Dante Alighieri. Il progetto didattico è stato molto curato e variegato, con un giusto bilanciamento tra il tener conto degli aspetti inclusivi (far partecipare tutti, secondo le proprie attitudini) che della qualità del risultato finale. Dal punto di vista comunicativo, il piano editoriale è molto equilibrato e la qualità del corredo multimediale è notevole, così come quella dei testi."
http://www.policultura.it/edizioni/2011-2012/vincitori.html