martedì 20 marzo 2012

Cellula animale? Cellula vegetale? No, cellula alimentare!

Avete mai immaginato di poter costruire un modellino di cellula eucariotica con degli alimenti? Ebbene, una mia carissima collega di matematica e scienze (Claudia Presti) ha deciso di provarci, sperimentandolo attraverso una lezione laboratoriale in una sua classe: gli alunni sono stati suddivisi in gruppi, ciascuno dei quali doveva riuscire a creare un modello di cellula sfruttando un certo numero di alimenti a disposizione.
Certo è facile immaginare che, dopo aver scartato e messo insieme varie cibarie, dopo un po' il tutto debba essere buttato via, onde evitare odori sgraditi, ma con una macchina fotografica a portata di mano il ricordo immortalato fa sempre la sua grande figura. E soprattutto si crea un'occasione nuova per imparare qualcosa di serio attraverso la manualità e il divertimento, in una modalità fantasiosa ma senz'altro efficace ai fini dell'apprendimento, ovviamente senza l'eccessiva pretesa che siano rispettate per filo e per segno anche le proporzioni tra i vari componenti della cellula :-). Prima di vederne qualche esempio, vi ricordo che a questo link potete rispolverare un po' la memoria riguardo alla cellula eucariotica animale e vegetale, con dei video didattici molto validi in italiano.
Modello di cellula animale in 3D
Cosa ne dite, ad esempio, di questo modello commestibile di cellula eucariotica animale? I mitocondri sono stati realizzati utilizzando dei miniwurstel, il radicchio rosso è servito per l'apparato del Golgi, mentre la lattuga, con e senza dei fagioli (= ribosomi), hanno creato il reticolo endoplasmatico rispettivamente rugoso e liscio; il citoplasma è stato ottenuto con il bianco d'uovo e il nucleo con un loto (da notare il dettaglio dei pori nucleari), mentre il recipiente funge da membrana plasmatica. Nella foto non si vedono i lisosomi e i vacuoli, che sono stati aggiunti in un secondo momento.
Altrettanto creativo è stato l'insieme di oggetti messi insieme per creare quest'altro esempio di cellula eucariotica animale, un po' meno proporzionato nelle varie parti, ma più ricco di elementi. In questo caso il nucleo è stato rappresentato con un uovo sodo tagliato, l'apparato del Golgi con dei fagiolini non aperti, il reticolo endoplasmatico con delle carote tagliate, i vacuoli con un tappo di bottiglia, i lisosomi con dei pezzetti di scotch appallottolati, i mitocondri con fagioli ed i ribosomi con fagiolini sgusciati.
In tutto sono stati prodotti ben 6 tipi diversi di cellule eucariotiche animali, e le restanti potete vederle nell'immagine qui sotto. E direi che anche questo è davvero un ottimo modo di fare lezione in maniera divertente e alternativa ^__^.
Si ringrazia la collega C. Presti per la gentile concessione del materiale fotografico.

3 commenti:

Lascia un commento su questo post: