martedì 10 maggio 2011

Un passo da gigante nella lotta contro le parassitosi intestinali

Sono circa un miliardo le persone affette dalle parassitosi intestinali, che possono avere differenti agenti eziologici e in molti casi risultano letali. Tra queste, i vermi parassiti rappresentano una delle maggiori cause di infezione e mortalità, in primis nei paesi del Terzo Mondo, ma ricerche ed osservazioni condotte in tempi recenti hanno mostrato che alcune persone sembrano essere particolarmente resistenti agli attacchi di pericolose specie di vermi parassiti.
Un team di studiosi dell'Università di Manchester ha così deciso di andare a fondo, utilizzando come modello sperimentale dei topi infettati dal nematode Trichuris muris, un parassita molto simile al nematode infettante noi umani, Trichuris trichiura, ed è stato in grado di individuare un componente fondamentale della mucosa intestinale sia di uomini che topi capace di risultare tossico per i vermi.
Trichuris trichiura
Questi vermi si sviluppano nel nostro intestino, che è protetto da uno spesso strato di mucosa. Essa è composta principalmente da acqua, sali e un gruppo di glicoproteine, chiamate mucine, che conferiscono al muco le sue caratteristiche proprietà gelatinose.
Il gruppo di scienziati, coordinato dal Prof. R. Grencis, ha scoperto inizialmente che i topi che erano capaci di espellere i vermi avevano una secrezione di muco piuttosto cospicua. Inoltre, tale muco conteneva la mucina Muc5ac, presente di rado nell'intestino, ma quando lo è, altera le proprietà fisiche del muco.
Quanto importante è Muc5ac? Gli scienziati hanno cercato di scoprirlo utilizzando topi modificati geneticamente in modo tale da non essere capaci di produrre le mucine Muc5ac. Questi ultimi topi erano incapaci di espellere i vermi, nonostante avessero registrato una forte risposta immunitaria nei confronti degli agenti patogeni invasori, per cui ne è seguita inevitabilmente un'infezione.
In seguito, gli studiosi hanno scoperto che le mucine Muc5ac sono in realtà tossiche nei confronti dei vermi, agendo su questi in termini di concreto danno alle loro condizioni di buona salute; inoltre, le mucine Muc5ac sono essenziali per un'efficace espulsione anche di altre pericolose specie di vermi che parassitizzano l'intestino umano.
L'esito conseguito da questo lavoro di ricerca è veramente importante, perché la scoperta che un singolo componente della mucosa intestinale è sufficiente ad espellere i parassiti può spianare la strada verso nuovi trattamenti di natura genetica o farmacologica.
Il lavoro di ricerca è stato pubblicato sul Journal of Experimental Medicine.

Hasnain, S., Evans, C., Roy, M., Gallagher, A., Kindrachuk, K., Barron, L., Dickey, B., Wilson, M., Wynn, T., Grencis, R., & Thornton, D. (2011). Muc5ac: a critical component mediating the rejection of enteric nematodes Journal of Experimental Medicine DOI: 10.1084/jem.20102057
Immagini al link.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento su questo post: